0 0
Risotto alla milanese senza lattosio con ossobuco

Condividi nel tuo social network:

Oppure condividi questo indirizzo

Ingredienti

320 gr riso
4 ossobuchi di manzo
1 spicchio aglio
1 cipolla
0,3 gr zafferano in stimmi
80 gr burro vegetale o senza lattosio
1 limoni
2 bicchieri circa vino bianco
1 mazzetto prezzemolo
q.b. sale
q.b. pepe
4 cucchiai farina
1,5 litri brodo vegetale
16 settembre 2018

Risotto alla milanese senza lattosio con ossobuco

con trito di prezzemolo limone e aglio

Caratteristiche:
  • Lactose Free
Cucina:

Un classico della cucina italiana rivisitato senza lattosio!

  • 1 ora
  • Porzioni 4
  • Intermedio

Procedimento

Il risotto alla milanese con ossobuco è un buonissimo e nutriente piatto unico, che oggi vi propongo ovviamente nella versione senza lattosio.

La preparazione è un po’ lunga ma il risultato finale ne varrà la pena!

Iniziate dalla cottura degli ossobuchi.

Mettete in un piatto la farina e infarinate bene gli ossobuchi da ambo i lati.

Prendete una padella capiente e fate sciogliere 40 gr di burro vegetale o delattosato. Poi mettetevi a rosolare gli ossobuchi girandoli per due o tre volte.

Quando sono ben rosolati versate un bicchiere scarso di vino bianco e fatelo sfumare.

Salate e pepate e coprite poi la carne completamente con brodo vegetale. Mettete un coperchio, abbassate la fiamma e fate cuocere lentamente.

Gli ossobuchi impiegheranno circa 40-45 minuti per cucinare. Vi accorgerete che hanno raggiunto il punto di cottura quando la carne tende a staccarsi dall’osso.

Potete iniziare a preparare il risotto quando la carne è a metà cottura.

Tagliate la cipolla finemente; se è troppo grande usatene solo mezza.

In una pentola da risotti fate scaldare 20 gr di burro (sempre vegetale o senza lattosio) e mettetevi a rosolare la cipolla.

Quando è ben imbiondita versate il riso e fatelo tostare.

Sfumatelo poi con il vino bianco mentre tenete in caldo il brodo vegetale.

Procedete alla cottura del risotto versando, come di consueto, il brodo un po’ alla volta e mescolando spesso.

Prendete un cucchiaio di brodo caldo e metteteci in infusione lo zafferano in una tazzina o in un contenitore che preferite.

Mentre il riso e la carne continuano la cottura, frullate per pochi secondi la parte gialla della scorza di un limone, uno spicchio di aglio tritato e una manciata abbondante di prezzemolo.

Tenete il trito da parte: servirà da mettere nei piatti sulla carne per sgrassare in bocca l’ossobuco.

Tritoprezzemolo limone aglio

Quando mancano 5 minuti alla cottura del risotto, versate il brodo dove avete sciolto lo zafferano e continuate a mescolare spesso.

Nel frattempo avrete spento la carne che lascerete nella pentola col coperchio in modo che non raffreddi.

Il riso è pronto per la mantecatura. Spegnete il fuoco, mettete i 20 gr di burro rimasti e mescolate molto molto energicamente in modo che la mantecatura risulti perfetta. Assaggiate e aggiustate eventualmente di sale.

Mettete il riso in ogni piatto, affiancategli l’ossobuco lasciandovi un po’ di carne intorno (la rimanente potete mangiarla poi a parte) e spolverate sulla carne il trito di aglio, prezzemolo e limone.

 

 

Salmone ai fichi senza lattosio
precedente
Salmone ai fichi
Insalata di gallina padovana ai funghi porcini in crema
successiva
Insalata di gallina padovana ai funghi porcini in crema

Aggiungi un commento

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. ulteriori informazioni

L'utilizzo dei cookie da parte di questo sito permette di dare all'utente una migliore esperienza di navigazione. Se continui a navigare sul sito cliccando su "Accetto" dai il consenso all'utilizzo.

Chiudi