0 0
Carbonara Day 2019: carbonara rivisitata scomposta

Condividi nel tuo social network:

Oppure condividi questo indirizzo

Ingredienti

12 cucchiai pecorino
4 uova
q.b. pane grattugiato
250 gr tagliatelle al farro
4 cucchiai olio di oliva
q.b. olio di semi
150 gr guanciale
q.b. pepe
7 aprile 2019

Carbonara Day 2019: carbonara rivisitata scomposta

Cestino di pecorino, pasta al farro, uovo fritto, guanciale e pepe

Caratteristiche:
  • Lactose Free
Cucina:

Un'elegante e artistica versione della carbonara: gli stessi ingredienti ma lavorati in modo diverso.

  • 1 ora e mezza circa
  • Porzioni 4
  • Intermedio

Procedimento

In occasione del Carbonara Day 2019 vi propongo la mia carbonara rivisitata scomposta.

I piatti della tradizione hanno delle regole ben precise, degli ingredienti necessari e insostituibili perché la ricetta resti fedele a quella “vera”.

Anche la carbonara, per essere chiamata carbonara, ha degli ingredienti ben precisi: il guanciale, le uova, il pecorino e il pepe.

Sono partita dagli ingredienti, mantenendo loro fede, ma li ho poi lavorati in modo diverso per una rivisitazione originale che non perde i sapori di questo piatto della tradizione.

Il pecorino è diventano un cestino all’interno del quale servire la pasta.

Dell’uovo o usato solo la rossa e lo ho servito fritto sopra la pasta. Rompendolo, la colata calda diverte e crea un’esplosione di gusto.

Ho scelto di usare delle tagliatelle al farro, condite con l’olio di oliva e l’immancabile guanciale che vi aveva rosolato.

Carbonara Day 2019 1

Eccovi qui, allora, la ricetta, passo passo, per realizzare la mia carbonara rivisitata scomposta.

Iniziate dalle uova, perché prima della cottura devono riposare in frigo (a meno che non abbiate un abbattitore) per almeno un’ora (l’ideale sarebbe tre!).

Versate abbondante pane grattugiato in una pirofila. Rompete un uovo alla volta, separando il rosso dal bianco facendo ben attenzione a non rompere il tuorlo.

Poggiate il tuorlo sopra il pane e ricopritelo con altro abbondante pane grattugiato.

Procedete così con tutte e quattro le uova e poi mettete in frigo la pirofila.

Carbonara Day 2019 uova

Ora fate i cestini di pecorino. Mi raccomando usate pecorino stagionato dai 30 mesi in su, così sarete senza alcun dubbio liberi dal lattosio!

I cestini di pecorino si fanno esattamente come quelli di parmigiano.

Grattugiate il formaggio. Prendete una padella antiaderente e tagliate otto quadrati di carta forno che stiano all’interno del diametro della pentola.

Mettetene uno sulla padella, scaldate bene e versate sopra il foglietto tre cucchiai di pecorino. Allargate un po’ il formaggio col cucchiaio in modo che resti ben tondo. Coprite il tutto con il secondo quadrato di carta da forno.

Quando il formaggio inizia a sciogliersi alzate un po’ la fiamma e fatelo sciogliere per bene. Toglietelo  dalla pentola e posatelo su un bicchiere o una ciotolina rovesciata, schiacciandolo un po’ con le mani in modo che prenda la forma di un cestino.

Metteteci sopra un’altra ciotola così che mantenga la forma. Lasciatelo lì sino a che non si raffredda bene, poi togliete la carta da forno.

Procedete con il prossimo cestino fino a farne quattro.

Trascorsa quasi un’ora da quando le uova sono in frigo, mettete a bollire l’acqua per la pasta (abbondante e con sale).

Carbonara Day 2019 acqua per la pasta

Quando l’acqua bolle versate l’olio di oliva in una padella e mettetevi a rosolare il guanciale, dopo averlo tagliato a dadini. Fatelo rosolare molto lentamente, ma fate in modo che alla fine sia bello croccante.

Carbonara Day 2019 guanciale

Adesso dovete organizzarvi in base al tempo di cottura della pasta, considerando che una volta scolata la pasta, mentre riposa un attimo nella padella con l’olio e il guanciale, dovete friggere le uova, in modo da impiattare il tutto a caldo.

Quindi, mentre la pasta cuoce, mettete a scaldare l’olio per la frittura delle uova.

Posizionate i cestini al centro dei vostri patti da portata.

Ora scolate la pasta e versatela nella padella con l’olio e il guanciale. Mescolate bene, coprite con un coperchio e lasciate la fiamma bassa in modo che non si raffreddi.

Il vostro olio è pronto per la frittura delle uova.

Con un mestolo forato prendete molto delicatamente un uovo alla volta, immergetelo nell’olio e fatelo cuocere per pochissimo. Non appena è dorato è pronto.

Subito mettete le tagliatelle sopra i cestini di pecorino, poggiatevi sopra l’uovo fritto, aggiungete un altro po’ di guanciale e spolverate abbondante pepe.

La carbonara è servita!

gnocchi al ragù senza lattosio
precedente
Gnocchi al ragù fatti in casa
Muffin salati al cavolfiore e stevia 31
successiva
Muffin salati con cuore di cavolfiore e stevia

Aggiungi un commento

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. ulteriori informazioni

L'utilizzo dei cookie da parte di questo sito permette di dare all'utente una migliore esperienza di navigazione. Se continui a navigare sul sito cliccando su "Accetto" dai il consenso all'utilizzo.

Chiudi