0 0
Agretti in salsa di avocado e papaya

Condividi nel tuo social network:

Oppure condividi questo indirizzo

Ingredienti

2 mazzi grandi agretti
1 avocado
1 papaya
1/2 limone
1/2 cipolla
q.b. olio evo
q.b. sale
q.b. pepe
28 aprile 2017

Agretti in salsa di avocado e papaya

Caratteristiche:
  • Lactose Free
  • Vegano
Cucina:

Vegetariano/Vegano - Veg che più veg non si può!

  • 30 min
  • Porzioni 4
  • Facile

Procedimento

Pulite gli agretti tagliando la parte bianca sotto ci ciascun ciuffetto ed eliminando i fili di erba o altri scarti. Lavateli bene con acqua fredda per almeno tre volte.

Prendete una pentola, riempitela di acqua, aggiungete un po’ di sale grosso e portate a bollore. Quando bolle, versatevi gli agretti e fate cuocere per 3-5 minuti. Scolateli con l’aiuto di una pinza e immergeteli in una ciotola con dell’acqua gelata così che mantengano il loro coloro verde acceso.

Metteteli a scolare in uno scola pasta, poi conditeli in una ciotola con un po’ di succo di limone, un goccio di olio evo e sale. Mescolate e lasciate da parte.

Tagliate la cipolla a listarelle sottili e fatela appassire in un pentolino/padella con un filo di olio, aggiungendo un goccio di acqua. Fatela raffreddare.

Ora sbucciate l’avocado e la papaya (scegliete i frutti ben maturi e dunque dolci). Tagliateli a pezzettini. Unite la cipolla, il succo di mezzo limone scarso, un po’ di olio evo, sale, pepe e se gradite un pizzico di peperoncino in polvere. Mettete il tutto in un mixer e frullate bene fino a ottenere una cremina omogenea. Assaggiate aggiustate di sapore. Se è troppo aspra aggiungete un goccio di succo di mela. Se invece la volete più acida potete metterci un goccio di aceto (di mele meglio).

Impiattate versando la salsa sul fondo del piatto e posizionando al centro gli agretti. Io ho decorato con dei petali di rosa rossa essiccati nell’essiccatore. Ma potete decorare a piacimento.

Step

1
Fatto

Per i non vegani

Con aggiunta di capasanta impanata e cotta al forno.
Ho sciacquato il pesce, impanato in farina, uova con pepe e sale, e infine pane grattugiato.
Ho cotto in forno a 200 gradi fino a gratinatura.
Anziché in forno potete anche cuocere le capesante friggendole in abbondante olio di semi.

Tagliolini al nero di seppia e datterini 3
precedente
Tagliolini al nero di seppia
gatzpacho1
successiva
Gazpacho

Aggiungi un commento

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. ulteriori informazioni

L'utilizzo dei cookie da parte di questo sito permette di dare all'utente una migliore esperienza di navigazione. Se continui a navigare sul sito cliccando su "Accetto" dai il consenso all'utilizzo.

Chiudi