0 0
Merluzzo impanato e piselli con speck

Condividi nel tuo social network:

Oppure condividi questo indirizzo

Ingredienti

4 filetti merluzzo
2 uova
q.b. farina
q.b. pane grattugiato
q.b. sale
250 gr piselli
150 gr speck
q.b. olio di oliva
abbondante olio di semi
22 febbraio 2018

Merluzzo impanato e piselli con speck

Caratteristiche:
  • Lactose Free
Cucina:

Un piatto completo che apprezzeranno anche i bambini!

  • 1,5 ore circa
  • Porzioni 4
  • Facile

Procedimento

Il merluzzo è un pesce magro adatto anche ai bambini, se impanato anche a loro piacerà ancor di più. Ed eccovi allora un piatto senza lattosio, portata unica e nutriente, composto da piselli con julienne di speck e filetti di merluzzo in doppia impanatura. Io li ho serviti con un cucchiaio di insalata russa e decorati con dei fili di peperoncino, ma il piatto è completo anche senza.

La cottura dei piselli.

Potete tranquillamente usare dei piselli surgelati. La cottura è leggera e molto lenta: versate un filo di olio in una padella e versatevi i piselli. Coprite con un coperchio e iniziate la cottura a fuoco basso. Dopo una decina di minuti, se vedete che i piselli sono asciutti, versatevi mezzo bicchiere di acqua e proseguite la cottura lenta.

Tagliate a julienne lo speck, aggiungetelo ai piselli e unite un pizzico di sale. Non troppo perché lo speck è già salato. Aggiustate eventualmente di sale a fine cottura quando li assaggerete.

Il merluzzo in doppia impanatura.

Il metodo di preparazione è lo stesso che vi ho proposto per i bocconcini di merluzzo su crema di ceci, curcuma e zafferano.

Sbattete le uova in una ciotola e mettete un pizzico di sale e pepe, versate poi in due piatti diversi la farina e il pane grattugiato.

Passate ogni filetto di pesce prima nella farina, poi nelle uova e infine nel pane. Una volta finito, ripassate nuovamente tutti i filetti in farina, uova e pane. Otterrete così, con la doppia impanatura.

Quando i piselli sono cotti, versate abbondate olio di semi in una padella ampia e dai bordi alti. Quando l’olio ha raggiunto il punto di fumo (180° l’olio di arachidi, 160° l’olio di mais, 130° l’olio di girasole) tuffatevi i filetti uno alla volta, rigirandoli due volte.

Quando sono ben dorati scolateli con un mestolo forato o una schiumarola e poggiateli su della carta assorbente in modo che si asciughino dall’olio in eccesso (l’impanatura risulterà croccante e asciutta).

Servite ben caldi coi i piselli impiattando a piacere!

Pepite di zafferano 2
precedente
Pepite dolci allo zafferano e grappa
Risotto rum arancia e radicchio2
successiva
Risotto senza lattosio all’arancia e radicchio di Treviso

Aggiungi un commento

Continuando la navigazione in questo sito, acconsenti all'utilizzo dei cookie. ulteriori informazioni

L'utilizzo dei cookie da parte di questo sito permette di dare all'utente una migliore esperienza di navigazione. Se continui a navigare sul sito cliccando su "Accetto" dai il consenso all'utilizzo.

Chiudi